“L’amore dà, l’avidità prende” di Radhanath Swami

thumb_bundle2-33-avidita.650x250_q95_box-0,0,647,249

L’educazione e la conoscenza non dovrebbero mai essere usate solo per soddisfare la propria avidità. Quando le persone usano la conoscenza che acquisiscono solo per soddisfare la loro avidità, la società inizia a sconvolgersi. E’ questo che vogliamo?

La nostra coscienza per natura è eterna, piena di conoscenza e piena di gioia. In un reale stato di gioia fondato sulla verità non ci può essere avidità. La vera gioia ed il vero amore vogliono solo essere condivisi con le altre persone. La natura dell’amore è dare, la natura dell’avidità è prendere.

Il vero piacere è nel dare l’amore che c’è nel nostro cuore. Quell’amore esiste già nei nostri cuori, ma la nostra consapevolezza non è pura. Non siamo coscienti di chi siamo. Attraverso il processo di purificazione, la nostra coscienza diventa chiara e trasparente. Attraverso questo stato di coscienza trasparente possiamo percepire Dio in ogni momento. E quando percepiamo Dio in ogni momento realizziamo, non sentiamo o pensiamo, ma realizziamo che sia che lo si chiami Allah, Geova, Krishna, Rama o Buddha, c’è un solo Dio che è il supremo oggetto d’amore e la sorgente di tutto ciò che esiste.

Chiudi il menu