“Creare il regno di Rama nel nostro cuore” di Radhanath Swami

64a7e36201752d843aaa938c75e1d89f

Fino a quando il regno di Rama non verra’ creato nel nostro cuore, non potra’ essere creato all’esterno. In altre parole, fino a quando i nostri cuori non torneranno al loro stato naturale pieno di devozione, ci saranno sempre difficolta’ di corruzione e litigi. Il Divino e’ disceso in questo mondo nella forma del Signore Rama per mostrarci come realizzare questa fondamentale missione nella nostra vita: realizzare che il regno di Dio e’ nel nostro cuore. Questo e’ un principio universale. Anche la Bibbia dice: “Il regno di Dio e’ dentro”. Krishna afferma nella Bhagavad-gita di trovarsi nel cuore di ogni essere e che da Lui vengono il ricordo, la conoscenza e la dimenticanza. Ovunque ci sia il Divino, c’e’ il Suo regno. Rama e’ dentro di noi, ma perche’ non Lo sentiamo? Perche’ non lo amiamo? Perche’ non Lo vediamo? Come ravvivare la coscienza originale dell’anima? Questo e’ il tema di tutti i grandi testi sacri.
Sfortunatamente per la maggior parte di noi, la devozione e l’amore nei nostri cuori sono stati sostituiti da kama, la lussuria, il desiderio. Questo non significa solo lussuria sessuale, ma desiderio di cercare piacere in cio’ che ci separa dal Divino. Come conquistare kama, che secondo la Bhagavad-gita e’ il nemico che divora ogni cosa? C’e’ un metodo. Il Signore Rama ci ha mostrato il metodo in un modo meraviglioso: ha inviato in questo mondo la lussuria personificata nella forma del demone Ravana.
Sita Devi e’ la moglie di Rama, e non e’ nient’altro che un’espansione di Lakshmi Devi, la dea della fortuna. Ogni buona fortuna nel mondo e’ un’energia di Sita. Cos’e’ la buona fortuna? Fortuna non significa solo soldi, ma anche buona salute, popolarita’, comfort nella vita, buone amicizie, una buona famiglia. Fortuna significa ogni cosa buona di questo mondo, e perdere ogni cosa e’ sfortuna. Lakshmi Devi appare come la Dea Sita, e tutti sanno che Sita appartiene solo a Rama. Amore significa assistere Sita nel suo legame con Rama, ma Ravana voleva Sita solo per se’. Questo si chiama kama, lussuria. L’amore e’ la naturale inclinazione dell’anima che vuole dare piacere al Divino, ma quando l’affetto naturale e’ male indirizzato, si trasforma in lussuria. L’amore e la lussuria sono in realta’ la stessa energia. Prema, o amore divino, e’ quando quell’energia e’ rivolta all’Assoluto, ma quando e’ rivolta altrove si chiama kama, lussuria.
Ravana era molto furbo e rapi’ Sita e la porto’ all’isola di Lanka. Ravana era cosi’ potente che nessuno poteva sconfiggerlo. Era il simbolo di kama, e sappiate che ogni vostro desiderio di essere felici separatamente dal Divino e’ a causa di kama nel vostro cuore. Rama voleva mostrare al mondo quanto fosse potente Ravana e quanto sia potente la lussuria. Ogni volta che si colpiva una delle dieci teste di Ravana gliene cresceva subito un’altra al suo posto. Non e’ la stessa cosa che accade ai nostri desideri? Ogni volta che facciamo qualcosa per rinunciare ai nostri desideri egoistici e pensiamo di avere vinto, ne cresce un altro. Coloro che si trovano in un cammino spirituale sanno che quando si taglia una testa a Ravana, ne crescono altre dieci. E’ una battaglia infinita.
Finalmente Rama trafisse con una freccia il cuore di Ravana e Ravana cadde a terra. Rama e’ l’unico ad avere quella freccia. Quella freccia non puo’ essere ottenuta da nessuna persona mortale, e’ il potere esclusivo di Rama. E’ quello che dice Krishna nella Bhagavad-gita: “Questa energia materiale e’ molto difficile da superare, ma se ti abbandoni a Me prendero’ io le redini della battaglia nelle mie mani. Conquistero’ la lussuria da parte tua, ed uccidero’ Ravana dentro il tuo cuore. Per me non e’ difficile. Uccidero’ tutti i demoni nel tuo cuore con le Mie frecce”. Quando ci abbandoniamo al Divino, Rama appare nel nostro cuore. Quando ci abbandoniamo al Divino, Rama trafigge il cuore di Ravana e lo fa scomparire eternamente dalla nostra vita.
Attraverso una pratica stabile e determinata di Bhakti Yoga possiamo illuminare i nostri cuori con la luce della grazia divina. Ascoltando le glorie del Divino, servendo il Divino, ricordando il Divino, questi sono i processi del servizio devozionale. Non sono diversi dal Signore Rama. Ci connettono a Lui. Portano luce nell’oscurita’ del nostro cuore, e quando il cuore e’ completamente illuminato, allora il nostro amore per Rama si risvegliera’. E quell’amore contiene la compassione per ogni essere vivente. A quel punto il regno di Rama verra’ creato nel nostro cuore e potremo diventare strumenti per crearlo anche fuori.

Chiudi il menu