“Se Dio è la causa di tutte le cause, perché sono responsabile delle mie azioni?” di Radhanath Swami

ka

Domanda a Radhanath Swami: Secondo la Bhagavad Gita non siamo i fautori delle azioni. Ogni cosa è fatta da Krishna. Ma allora perché siamo affetti dalla legge del karma?

Radhanath Swami: Non possiamo fare nulla senza l’aiuto di Dio. Senza l’aiuto di Dio non potremmo nemmeno respirare o vedere. Quindi come potremmo prenderci il credito di ciò che facciamo?

In ogni modo, siamo responsabili per ciò che facciamo, e per ciò che facciamo con ciò che Dio ci offre. Dio dice nella Bhagavad Gita, nel Corano, nella Bibbia e attraverso i saggi ciò che vuole che venga fatto con ciò che ci offre. Ma se noi facciamo l’opposto, allora agiamo come strumenti della nostra invidia, del nostro ego ed usiamo le energie di Dio al servizio di noi stessi, della nostra invidia e del nostro ego. A quel punto saremo responsabili di ciò.

Facciamo un esempio. Supponi che tua madre ti dia un milione di dollari e ti dica di darlo in carità, ma tu usi quei soldi per comprare dell’eroina e cercare di arricchirti vendendola. In qualche modo vieni catturato e portato davanti al giudice. Il giudice ti dà trent’anni di carcere. Allora non puoi dire: “Non sono l’artefice delle mie azioni, è mia madre, perché erano i suoi soldi, non i miei.”

 

Chiudi il menu