“Rivolgersi alla Bhagavad-gita come Arjuna” di Radhanath Swami

242b35e

Il senso di urgenza che aveva Arjuna quando si è rivolto a Krishna è ciò che è richiesto per comprendere la Bhagavad-gita. Dobbiamo rivolgerci alla Gita nello stesso spirito con cui lo ha fatto Arjuna, non come un intrattenimento o un passatempo, ma con un urgente bisogno e un sentimento disperato: “Devo capire la verità, devo trasformare la mia vita in accordo alle parole di Dio.” Se ascoltiamo in quello spirito, ogni sillaba della Gita ci porterà sollievo e sublimi realizzazioni sul Divino e sul significato della vita. Questo processo rimuoverà tutta la nostra ignoranza e consentirà alla coscienza dell’Assoluto di manifestarsi nei nostri cuori. Dobbiamo rivolgerci alla Gita con un desiderio onesto e sincero di comprendere e raggiungere la verità della vita.

Chiudi il menu