“Lo sforzo” di Radhanath Swami

Un ragazzo vide un bruco nel suo giardino. Vide che il bruco era in una situazione difficile: costretto a rimanere in un bozzolo, cercava di liberarsi. Non era in grado di uscire, ma non smetteva mai di provarci. Provava e riprovava. Sentendo compassione, il ragazzo corse in casa, prese un paio di forbici, e lentamente e con cura tagliò il bozzolo. Liberò il bruco. Cosa vide quando tagliò il bozzolo? Vide che il bruco stava sviluppando ali per diventare una farfalla, e visto che aveva aperto il bozzolo prima che arrivasse il momento giusto, le ali del bruco erano molto deboli. Non avevano la forza per sostenere il peso del bruco, che così non poteva volare.

Allo stesso modo lottiamo nella nostra vita, e può sembrare doloroso agli occhi degli altri. Ma queste prove ci rendo forti. Molte persone chiedono: “Perché Dio ci consente di soffrire?”

Possiamo imparare da questa storia. Se il ragazzo avesse lasciato soffrire il bruco ancora per un po’, avrebbe potuto spiccare il volo verso il cielo, e posarsi da un fiore all’altro, apprezzato dal mondo per i suoi colori e la sua bellezza.

Chiudi il menu