“Risolvere i conflitti” di Radhanath Swami

nitai

Il conflitto è la natura intrinseca di questo mondo materiale. Ogni cellula all’interno del nostro corpo è in conflitto. Il più sottile tra gli elementi della creazione è il falso ego, e ogni altro elemento – terra, acqua, fuoco, aria, etere, mente e intelligenza si evolve e si appoggia sul falso ego.
Ma cos’è il falso ego?
E’il falso senso di identità.”Sono questo corpo e tutte le caratteristiche di questo corpo sono mie. Sono un uomo, sono una donna, sono nero, sono americano, sono hindu, sono ricco”. Tutte queste false identità connesse al corpo, che cambiano costantemente. Quando siamo bambini piccoli vediamo le cose in modo completamente diverso; nella giovinezza i nostri corpi crescono, e da adulti vediamo ulteriori cambiamenti.
La Bhagavad-gita dice che non siamo questi corpi temporanei; che la nostra vera identità è che siamo anime eterne con una origine in comune, il Divino. Ogni grande scrittura di ogni religione descrive il Divino come il padre e la madre. Nella Bhagavad-gita, Krishna dice: ” Io sono il seme – il padre di ogni essere vivente.”
Fino a quando gli esseri umani non comprenderanno la loro relazione l’uno con  l’altro, con Dio al centro, ci sarà conflitto – è inevitabile.
Il mio maestro, Srila Prabhupada, diceva che se lanciamo un sasso in un lago, questo espande cerchi lungo tutta la superficie del lago. Se lanciamo più sassi nello stesso posto, tutti i cerchi fluiranno armoniosamente dallo stesso centro. Ma se lanciamo molti sassi in differenti parti del lago, ognuno di essi avrà un centro diverso ed ogni cerchio colliderà. L’acqua diventerà caotica.

Chiudi il menu